Lisbona, libro di bordo - 15 luglio 2020

April 03, 2021  •  Leave a Comment

Facciamo colazione alla Brasileira con una bola de Berlim, un pão de ló al cioccolato e due caffè più o meno elaborati, poi scendiamo a piedi verso il Rossio dove ci aspetta Antonio, la nostra guida per il tour a piedi del centro della città. Siamo davvero in pochi: noi due, due signore di Ferrara che stanno facendo il Grand Tour del Portogallo con lo zaino in spalla e un'educata famiglia di Crema. Antonio è bravo, ci presenta le storie e i luoghi più caratteristici della Baixa e del Chiado, così decidiamo di prenotare un tour a pagamento attraverso l'Alfama. Tuttavia, il caldo è opprimente e rimandiamo il tutto a domani.

002 - Rossio Square002 - Rossio Square

La parte più interessante che ci proponiamo di rivedere da soli è quella del Convento do Carmo, una chiesa gotica distrutta parzialmente durante il grande terremoto del 1755, ora trasformata in un piccolo museo archeologico. Pranziamo con due macedonie di frutta ai Grandi Magazzini del Chiado, ben ricostruiti dopo il disastroso incendio del 1998, poi torniamo in albergo: il sole è a picco sopra i tetti di Lisbona e il bianco delle calçadas ne riflette ulteriormente i raggi, aumentando la sensazione di caldo.

008 - Ruins of the Convent of Our Lady of Mount Carmel008 - Ruins of the Convent of Our Lady of Mount CarmelLisbon, Portugal - July 21, 2020: the Convent of Our Lady of Mount Carmel is a former Catholic convent located in the civil parish of Santa Maria Maior, municipality of Lisbon, Portugal. The medieval convent was ruined during the sequence of the 1755 Lisbon earthquake, and the destroyed Gothic Church of Our Lady of Mount Carmel on the southern facade of the convent is the main trace of the great earthquake still visible in the old city.

Alla sera decido di portare mia madre nel mio porto sicuro enogastronomico, A Baiúca do Bairro Alto. Ceno qui dal 1998 e la cucina della signora Júlia - che adesso ha passato il testimone alla figlia - rappresenta l'essenza della cucina popolare lusitana. Superfluo dire che non ci sono piatti per stomaci deboli: ceno con un antipasto di formaggio di capra, olive e burro all'aglio, prima dell'immancabile bacalhau com natas, capolavoro assoluto del ristorante di dona Júlia Ferreira. Un Macieira e una passeggiata di ritorno all'albergo accompagnano la mia digestione.

 

Consiglio letterario per la terza sera:

- José Cardoso Pires, Lisbona. Libro di bordo (1997)

 

 


Comments

No comments posted.
Loading...

Archive
January February March April May June July August (2) September October November December
January February (4) March April May (1) June (1) July August September October November December
January February (3) March April (1) May (1) June July August September (1) October November December
January February March April May June July August September October November December (1)
January (1) February March April May June July August September October November December
January February March April May June July August (2) September October November December
January February March April (1) May June July August September October November December